Iniezioni di sorrisi con Super Ricciolo al San Raffaele

Uno degli aspetti che dà più valore alla clownterapia è la continuità delle visite. Per i bambini che devono affrontare lunghe degenze questo significa poter stabilire un legame forte ed empatico con i nostri clown-dottori, che possono aiutarli ad esorcizzare e a superare le paure legate al ricovero, come racconta il nostro Dottor Sorriso Super Ricciolo.

“Arseniy è un bimbo di 4 anni che visita il reparto di immunoematologia pediatrica dell’Ospedale San Raffaele da quando è nato. Oggi Arseniy sta meglio ma deve comunque recarsi in ospedale una volta ogni 2 mesi, per visite di controllo ed infusioni di immunoglobuline.

L’ho seguito dall’inizio della sua malattia. Quando ci siamo conosciuti, sono rimasto subito affascinato dalla sua curiosità e dalla dolcezza del suo sguardo sorridente. Ricordo perfettamente la difficoltà a rapportarmi con lui. Oltre ad essere molto piccolo, Arseni, come la mamma, parlava solo russo: la comunicazione non era affatto semplice.

Inoltre le marionette o i pupazzi di spugna che utilizziamo per giocare con i bambini fino ai 4 anni di età, non potevano essere introdotti in oncologia, perché ogni oggetto portato all’interno del reparto deve essere sterilizzato (noi stessi dobbiamo munirci di cuffia e mascherina).

All’inizio è stata dura, ma con il tempo io e la mia collega Miss Trilly siamo riusciti a conquistarlo con giochi…e una marea di bolle di sapone! Una delle attività che Arseniy preferiva fare con noi era “farci del male”…cioè riprodurre su di noi le procedure terapeutiche che lui era costretto a subire.

Appena io e Miss Trilly entravamo in stanza, Arseniy indicava la mia corda-cintura e ne utilizzava l’estremità per farci delle “punturine”, come se fosse stato l’ago di una siringa. Più noi reagivamo con urla e smorfie, più lui si lasciava andare a sorrisi e risate. Così, piano piano, sia lui che sua madre si sono molto legati a noi.

Oggi Arseniy torna ancora all’Ospedale San Raffaele ma fortunatamente sta meglio: mi chiama per nome, mi accoglie con un dei grandi sorrisi, e adesso è abbastanza grande per divertirsi con le mie magie!

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LA NEWSLETTER: