Un dolce risveglio post operatorio con Svulazzella e Spagotto

Uno dei momenti più difficili che un bambino si può trovare ad affrontare durante un ricovero ospedaliero è l’intervento chirurgico. La presenza dei Dottor Sorriso durante l’accompagnamento in sala operatoria o al risveglio post operatorio, può aiutare i bambini a vivere in maniera più serena questi momenti traumatici, e a recuperare più rapidamente il proprio stato di salute, come ci raccontano Svulazzella e Spagotto, i nostri clown attivi presso il Policlinico Federico II di Napoli.

“Uno degli incontri più toccanti dell’ultimo periodo è stato quello con Jonathan. Incontriamo Jonathan per la prima volta nella sala d’attesa del reparto di cardiochirurgia pediatrica e lo ritroviamo qualche tempo dopo, ricoverato per un intervento, forse preparatorio ad uno più importante.

Quando arriviamo in reparto Jonathan è appena rientrato dalla sala operatoria ed è ancora addormentato. In punta di piedi entriamo nella sua stanza, proprio su invito della mamma e del papà. Sono provati, ma sorridenti per la buona riuscita dell’intervento e felici di rivederci. Ci chiedono di restare con loro fino al risveglio per vedere che effetto abbia sul loro cucciolo.

Mentre Jonathan dorme, iniziamo un lungo dialogo giocoso con i genitori e la nonna. Tutti cominciano a ridere, finché Jonathan inizia a svegliarsi. E’ sdraiato su un lato ed apre gli occhi, guarda il suo papà sorridente. Li richiude e dopo un poco li riapre volgendo lo sguardo verso i piedi del letto: lì, davanti a lui vede…Spagotto! Richiude e riapre di nuovo gli occhi, li strizza…guarda la mamma che ride a crepapelle! Fissa lo sguardo su Spagotto e Svulazzella. E’ incredulo! Tutti scoppiano a ridere, mentre lui ha lo sguardo di chi vede il “Paese dei Balocchi”.

Da quel momento l’interazione tra noi e Jonathan e’ delicatamente sempre più intensa. Da semplici sorrisi ad un dialogo fatto di racconti dei suoi cartoni preferiti, passando per i suoi “super poteri” con il libro magico e i nasi di spugna.

Nel frattempo i medici che fanno visita a Jonathan rimangono positivamente colpiti dalla sua veloce ripresa dall’anestesia. Sembra quasi che non sia entrato in sala operatoria, non accusa il minimo fastidio da risveglio post operatorio ed è pienamente cosciente”

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON LA NEWSLETTER: